Cosa vedere in Etruria vicino al confine tra Umbria e Toscana

Cosa visitare in Toscana vicino all’Umbria e in Umbria vicino alla Toscana? Farsi questa domanda equivale più o meno a chiedersi cosa vedere in Etruria orientale. Pertanto rispondere è uno degli scopi fondamentali di questo sito che non a caso si chiama Visit Etruria. Se a questo aggiungiamo che chi scrive abita da sempre in Etruria orientale e l’ha vista in lungo e in largo ma anche oltre, forse non dovresti considerare questa pagina una delle tante sull’argomento. Ecco dunque qualche consiglio su cosa vedere in Etruria non troppo lontano dal confine tra Umbria e Toscana.

Piazza IV Novembre, Perugia

Perugia

Non è una metropoli ma è di gran lunga la città più popolata dell’Etruria orientale, è anche il comune più a est. Le piazze del centro rendono abbastanza la potenza millenaria di questa città. Nella splendida Cattedrale si conserva un anello che si dice sia appartenuto alla Madonna; nel suo chiostro sono imperdibili le 25 sale del Museo Capitolare e nei suoi sotterranei l’acropoli etrusca e romana. Perugia è anche la città del cioccolato, infatti vi si possono trovare cioccolati artigianali per ogni gusto. A proposito di cioccolato, fuori dal centro si può visitare la Casa del Cioccolato Perugina. Per i più piccoli, fuori città c’è il primo parco divertimenti d’Italia: Città della Domenica. Più info su Perugia.

Piazza Grande, Arezzo

Arezzo

È la seconda città più popolata dell’Etruria orientale. Vi si tiene la Giostra del Saracino, l’evento equestre più famoso d’Italia dopo il Palio di Siena. Ha luogo in Piazza Grande, resa famosa anche dal film ‘La Vita è Bella’ di Roberto Benigni. Vicino ad essa gli affreschi di Piero della Francesca nella Basilica di San Francesco, la Cattedrale e la Casa Museo di Vasari. Arezzo con i suoi mercatini è anche la città del Natale, e soprattutto la città dell’oro, pertanto l’offerta delle gioiellerie aretine non è seconda a nessuno. Più info su Arezzo.

Piazza del Campo, Siena

Siena

Anche se è al centro dell’Etruria, Siena ha buon collegamento stradale con il centro dell’Etruria orientale, pertanto te la consigliamo. È una città piccola ma Piazza del Campo, dove si tiene il famoso Palio, è una delle più belle d’Italia, in particolare da essa si può accedere al Palazzo Pubblico in cui si trova il Museo Civico e la Torre del Mangia da cui si può ammirare tutta Siena e le colline circostanti. Attenzione perché i gradini della torre sono circa 400. Ci sono poi altre cose da vedere ma le principali sono il Duomo e il Battistero. Più info su Siena.

Piazza del Duomo, Firenze

Firenze

Dista poco più di un’ora dal centro dell’Etruria orientale, la distanza massima che siamo disposti a tollerare su Visit Etruria, non è poco ma per Firenze si può fare un’eccezione. A proposito di Etruria in senso stretto, l’opera etrusca più famosa in assoluto è conservata proprio al Museo Archeologico Nazionale di Firenze ed è la Chimera di Arezzo, una scultura bronzea rinvenuta ad Arezzo. Firenze è la culla del Rinascimento, pertanto le cose da vedere sono innumerevoli, ma le più famose sono: Piazza del Duomo, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria, Galleria degli Uffizi e Galleria dell’Accademia. In quest’ultima è esposto il David di Michelangelo, l’opera più celebre della città. Più info su Firenze.

Lago Trasimeno visto dalla rocca di Castiglione del Lago

Castiglione del Lago

Sia per abitanti che per superficie è il principale comune sul Lago Trasimeno, il lago più grande dell’Italia peninsulare. Da Castiglione del Lago sono raggiungibili anche le due isole visitabili. Nel centro storico il palazzo ducale è il monumento più importante e vanta un accesso diretto alla rocca medievale, dalla quale si può godere di una stupenda vista panoramica sul lago e il territorio circostante. Sul lago c’è una grande figura a forma di albero, è proprio un albero di Natale su acqua, il più grande del mondo. Più info su Castiglione del Lago.

Vista aerea di Orvieto

Orvieto

In Umbria, vicino al confine con Toscana e Lazio, sopra un’imponente rupe di tufo c’è il borgo di Orvieto. È famosa anche per il suo Duomo, meraviglia dell’arte gotica, al suo interno lavorarono Beato Angelico e Signorelli. Nel Museo dell’Opera del Duomo è esposto il reliquiario del famoso Miracolo Eucaristico di Bolsena. Celebri i suoi pozzi e la millenaria città sotterranea che solo negli ultimi anni gli speleologi hanno riportato alla luce. Più info su Orvieto.

Palazzo Comunale, Cortona

Cortona

È il comune più popolato dopo i capoluoghi, tuttavia la collina del borgo è paesaggisticamente poco contaminata dagli edifici più recenti. Con il film “Sotto il Sole della Toscana” è divenuto il borgo più celebre della Toscana e di tutta l’Etruria orientale. Per essere un borgo sono diverse le cose da vedere: il museo etrusco MAEC, la famosa Piazza della Repubblica, la terrazza panoramica di Piazza Garibaldi, il santuario di Santa Margherita da Cortona, l’eremo francescano “Le Celle”, la Fortezza del Girifalco e altro ancora. Più info su Cortona.

Pienza

Pienza

Se rapportato alle sue dimensioni e al numero di abitanti, il numero delle ricerche con intento turistico ne fanno una delle mete più interessanti d’Italia. Si trova in Val d’Orcia a venti chilometri dal casello della Valdichiana. Fu ridisegnata nel rinascimento da Papa Pio II, nativo di Pienza. Il centro storico di Pienza rappresenta infatti la prima applicazione del concetto umanistico e rinascimentale di disegno urbanistico. In bella mostra nelle sue botteghe c’è il famoso Pecorino di Pienza. Più info su Pienza.

Crete Senesi, Asciano

Asciano

Immerso nella natura delle Crete Senesi, le famose colline argillose a sud-est di Siena, Asciano è un tipico borgo medievale. Nel centro storico una chiesa francescana e un museo civico archeologico e d’arte sacra. Dista dieci chilometri dal borgo la famosa Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, un imponente complesso monastico risalente al medioevo. La congregazione cui fa capo riunisce dei monaci benedettini particolarmente devoti alla Madonna. A iniziare gli affreschi nel grande chiostro fu Luca Signorelli. Nell’abbazia vi è anche un negozio con i prodotti tipici della propria azienda agricola. Più info su Asciano.

Croce del Monte Amiata

Monte Amiata

Se si ha voglia di montagna, la meta montana più caratteristica dell’Etruria orientale, anzi dell’intera Etruria, è sicuramente il monte Amiata. Con i suoi 1738 metri è il più alto di tutta l’Etruria, dalla sua cima si vede mezza Italia ed è il punto di riferimento nei tramonti più belli dell’Etruria orientale. È un vulcano facilmente riconoscibile come tale vista l’enorme differenza di altezza rispetto al territorio circostante. È spento ma il proliferare di terme nelle sue vicinanze dice molto della sua natura vulcanica. Alcuni dati sull’Amiata: 10 km di piste da sci alpino, 8 impianti di risalita, più di 10 km di piste da sci nordico, una moltitudine di percorsi per il trekking e la faggeta più grande d’Europa, ideale per il rigenerante Forest Bathing.

Basilica di San Francesco, Assisi

Extra: Assisi

Oltre i confini dell’Etruria, ma a soli 20 minuti da Perugia, c’è la città più visitata dell’Umbria: Assisi, una delle principali mete del turismo spirituale. La sua fama è dovuta a San Francesco d’Assisi, fondatore dell’Ordine Francescano che si caratterizza per la povertà volontaria al servizio degli ultimi. Le spoglie del santo sono conservate nella Basilica di San Francesco, in cui hanno lavorato Cimabue, Giotto, i Lorenzetti e Simone Martini. Da qui, a piedi si può raggiungere Piazza del Comune, abbellita, tra l’altro, dal Tempio di Minerva (I sec. a.C.). Nelle vicinanze: Duomo, Pinacoteca, Rocca e Basilica di Santa Chiara (d’Assisi). A 4 km dal centro storico si trova la Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, dove San Francesco compose il Cantico delle Creature e morì il 3 ottobre 1226. San Francesco è patrono d’Italia insieme a Santa Caterina da Siena. Papa Giovanni Paolo II ha eletto Assisi a Capitale della Pace e del Dialogo. Più info su Assisi.