Storia di un popolo

Quel che sappiamo della storia degli Etruschi lo dobbiamo soprattutto a ciò che di loro scrissero autori greci, come Erodoto, Diodoro Siculo, Dionigi di Alicarnasso, o latini, come Cicerone. Il periodo di maggiore splendore fu tra il VII e il VI secolo a.C., quando la loro influenza si espandeva dal Veneto alla Campania e su tutto il Tirreno.


 

storia degli etruschi visitetruria

 


Intorno al 540 a.C. vinsero insieme ai Cartaginesi una battaglia navale contro i Greci ad Alalia, in Corsica, bloccando l’espansione greca e ottenendo così il controllo dell’isola e dei mari circostanti. Il potere degli Etruschi fu tale che, sempre nel VI secolo a.C., controllavano anche Roma: Tarquinio Prisco, Servio Tullio e Tarquinio il Superbo, etruschi di Tarquinia, furono gli ultimi Re prima che Roma divenisse una repubblica.

Dopo questo periodo, con l’espansione di Roma cominciò il declino della civiltà etrusca: la parte meridionale dell’Etruria fu isolata dal nord e conquistata dai Romani, alleati con i Greci, mentre nel 474 a.C. una flotta greca sconfisse gli Etruschi nei mari di fronte a Cuma, sottraendo loro anche il controllo del Tirreno. Tra il IV e il III secolo a.C. vi fu il crollo vero e proprio delle città etrusche, con Veio, che fu conquistata dai Romani, seguita tra il 356 e il 311 a.C. anche da Tarquinia e Cerveteri, e poi da Perugia, Arezzo, Cortona, Roselle, Vulci e Volsinii. Il resto dell’Etruria si arrese senza opporre grande resistenza e divenne, col tempo, una provincia romana.

 

...

- Resta connesso -

Rimani in contatto con le città d'Etruria e troverai contenuti in continuo aggiornamento: eventi e novità sul territorio, nuovi percorsi tematici per pianificare al meglio viaggi ed escursioni.

Scopri in viaggio nelle città d'Etruria, i volumi di ARA edizioni dedicati a Cerveteri, Tarquinia e Vulci. 

Resta connesso! L'eterna scoperta è appena iniziata...