La religione

La religione degli Etruschi prevedeva un vasto pantheon di divinità, molte delle quali trovavano equivalenti presso i Greci e i Romani. Gli Etruschi credevano che queste divinità potessero intervenire nella loro vita, ed era perciò fondamentale imparare a comprenderne le volontà.


Fotografia di Massimo Pianigiani

Charun demone della religione degli Etruschi visitetruria

 


Una figura caratteristica e fondamentale della mitologia etrusca era quella di Tagete, un fanciullo divino nato da una zolla di terra, che secondo la leggenda insegnò agli Etruschi tutte quelle regole sacre che nel mondo antico erano note come “Etrusca Disciplina”. Queste regole erano divise in tre libri: i libri fulgurales, che spiegavano come leggere il significato dei fulmini, considerati veri e propri messaggi mandati dalle divinità; i libri haruspicini, che contenevano le istruzioni per leggere il volere degli dei nascosto nelle interiora degli animali sacrificati; i libri rituales, che spiegavano tra le altre cose i rituali funebri, le regole per la fondazione delle città e per la definizione dei loro confini.

 

...

- Resta connesso -

Rimani in contatto con le città d'Etruria e troverai contenuti in continuo aggiornamento: eventi e novità sul territorio, nuovi percorsi tematici per pianificare al meglio viaggi ed escursioni.

Scopri in viaggio nelle città d'Etruria, i volumi di ARA edizioni dedicati a Cerveteri, Tarquinia e Vulci. 

Resta connesso! L'eterna scoperta è appena iniziata...