La lingua

La lingua etrusca, di origine incerta ma sicuramente non indoeuropea, era diversa da quelle degli altri popoli italici e anche dalla greca e dalla latina. Della pronuncia e della maggior parte delle parole non è possibile sapere molto, mentre conosciamo la scrittura, nata nel VII secolo a.C. dalle lettere dell’alfabeto greco e con l’inversione del senso di scrittura, da destra a sinistra.


 

lamine di Pyrgi visitetruria

 


Le iscrizioni etrusche trovate finora sono circa 10000, ma sono sempre dello stesso tipo: iscrizioni funerarie (il nome del defunto e di alcuni parenti), religiose, di possesso (ad esempio su oggetti di produzione artigianale), alcuni calendari religiosi, pochissimi atti giuridici (compravendite di terreni e questioni di confini) e un’importante dedica alla dea Uni-Astarte da Pyrgi, l’antico porto di Caere, in cui insieme all’etrusco è stata utilizzata anche la lingua fenicia.

 

...

- Resta connesso -

Rimani in contatto con le città d'Etruria e troverai contenuti in continuo aggiornamento: eventi e novità sul territorio, nuovi percorsi tematici per pianificare al meglio viaggi ed escursioni.

Scopri in viaggio nelle città d'Etruria, i volumi di ARA edizioni dedicati a Cerveteri, Tarquinia e Vulci. 

Resta connesso! L'eterna scoperta è appena iniziata...