Santuario del Manganello

Superate le ultime abitazioni dell’abitato moderno in direzione del cimitero, si apre sulla sinistra, oltre un cancello collegato ad una recinzione a rete metallica, una via sterrata che conduce, attraverso un percorso alquanto tortuoso, all’area sacra del Manganello, al centro del margine settentrionale, che conserva ancora ben riconoscibili la pianta dell’antico tempio e alcuni degli annessi.

Rimangono oggi i soli blocchi di fondazione del tempio, ricavati in posto dal pianoro divenuto cava, a testimoniare, insieme agli ex voto in terracotta, la presenza di un luogo di culto destinato ad accogliere i riti di passaggio di status dei giovani. Un passaggio, dall’adolescenza all’età adulta, che ancora oggi unicamente il silenzio dell’imbocco della valle, ove lento fluisce il fosso del Manganello, commenta commosso.


Fotografia di Paolo Nannini

Santuario del Manganello Cerveteri visitetruria

 

- Resta connesso -

Rimani in contatto con le città d'Etruria e troverai contenuti in continuo aggiornamento: eventi e novità sul territorio, nuovi percorsi tematici per pianificare al meglio viaggi ed escursioni.

Scopri in viaggio nelle città d'Etruria, i volumi di ARA edizioni dedicati a Cerveteri, Tarquinia e Vulci. 

Resta connesso! L'eterna scoperta è appena iniziata...